Menu

Eventi

Serata di presentazione

Il progetto

 

 

 

 

Codice meccanografico istituto proponente

  LOIS001003

Denominazione istituto proponente

  Istituto di Istruzione Superiore di Codogno

Provincia

  LODI

Ambito/i prescelto/i

  Criminalità organizzata

Numero di istituzioni scolastiche coinvolte in aggregazione

  IIS Codogno, I.C. Casalpusterlengo, I.C. Codogno, I.C. Somaglia, I.C.   

  Castiglione, I.C. Livraga, IIS Cesaris di Casalpusterlengo  (7)

Pregresse esperienze progettuali nell'ambito dell'Educazione alla legalità

Nelle scuole del Lodigiano da molti anni le realtà scolastiche, coordinate dall’Ufficio Scolastico Territoriale e/o in autonomia, sono sensibili  al tema della legalità, perché ritengono fondamentale aiutare gli alunni/studenti nella crescita, attraverso una partecipazione attiva e costruttiva all'interno del territorio. La progettualità pregressa è tradizionalmente co-ideata dalle scuole, dalle forze dell’ordine e di pubblica sicurezza, dall’ASL e da diverse realtà locali, con il coordinamento dell’UST. Negli anni infatti ci si è fatti promotori di molteplici iniziative di promozione della cultura della legalità, tra cui:

ü  Incontri con figure impegnate in prima linea nella lotta contro la mafia e la criminalità in genere (familiari delle vittime di mafia, magistrati, ecc.)

ü  Lettura meditata di libri e documenti attinenti al tema

ü  Visione di film ed organizzazione di dibattiti, tra cui un cineforum organizzato dall’UST in cui il Prefetto è stato moderatore

ü  Partecipazione a spettacoli teatrali su diverse tematiche (abuso di alcool, dipendenze, ludopatia, bullismo)

ü  Conferenze e seminari tematici (cyberbullismo, rischi della Rete, uso-abuso dei social network)

ü  Promozione di Giornate della legalità

ü  Spettacoli teatrali ideati e proposti dagli studenti

ü  Mostre

ü  Gemellaggi

ü  Partecipazione a campi di lavoro e viaggi di istruzione dedicati alla promozione della legalità

ü  Celebrazioni ufficiali (Giorno della Memoria, Giorno del ricordo, Unità d’Italia, Festa della Repubblica)

ü  Incontri con le Forze dell’Ordine in merito alla legalità economica ed al codice stradale

ü  Incontri con i Sindaci e con le figure di governance del territorio

ü  Partecipazione a concorsi inerenti la promozione della legalità (“Poliziotto, un amico in più”, “Coltiviamo la giustizia”, “Concorso Fondazione Falcone”, ecc.)

Numero studenti coinvolti

IIS Codogno (60), I.C. Casalpusterlengo (120), I.C. Codogno (120), I.C. Somaglia (100) , I.C. Castiglione (150) , I.C. Livraga (150), IIS Cesaris di Casalpusterlengo (100)                                                                           

Numero classi coinvolte

35 (5 Casale, 5 Codogno,4  Somaglia, 3 IIS Codogno, 8 Castiglione,

      4 Cesaris, 6 Livraga) 

                                   

Numero di docenti coinvolti

  1 per classe (totale 35)

Modalità di realizzazione del progetto nelle istituzioni scolastiche

 

I docenti desiderano consolidare le buone pratiche e incentivare la riflessione e lo scambio di esperienze con gli altri enti educatori presenti sul territorio e interagenti con i ragazzi, a partire dalle famiglie, che sempre più spesso sono disorientate di fronte a queste nuove problematiche e prive di strumenti per affrontarle da sole.

Hanno pertanto pensato prima di tutto di monitorare le realtà “illegali”  presenti sul territorio e misurare il grado di percezione delle famiglie dei pericoli che i ragazzi corrono; successivamente  di condividere i risultati di tale monitoraggio con l’aiuto  di esperti del settore per una proficua lettura della realtà da parte di chi sappia  parlare e fornire suggerimenti  concreti alle diverse “agenzie” educative che ruotano intorno ai ragazzi (famiglia, scuola, forze dell'ordine, gruppi di volontari....), perchè sono consapevoli che delegare o ignorare non è funzionale alla risoluzione di tali questioni, che si possono affrontare soltanto attraverso un’azione coordinata. A questo scopo ciascuna classe potrà aderire alle iniziative di Rete, ritenute più consone all’età ed ai bisogni formativi degli studenti, tenuto conto che il percorso potrà costruirsi attraverso le seguenti tappe :

·         Incontri con esperti (ASL, operatori di strada, cooperative, associazioni di volontariato, ...)

·         Partecipazioni a spettacoli teatrali interattivi ( e ripresa dell'esperienza nelle singole classi/istituti nello spirito della  condivisione  e della sensibilizzazione verso altri alunni)

·         Incontri con i rappresentanti delle forze dell’ordine o degli organi di governo come: Guardia di Finanza, Polizia di Stato (Polizia postale) e  Prefettura

·         Momenti di riflessione e confronto in classe                                                                                                      

·         Momenti di rielaborazione orale e scritta di quanto visto, ascoltato appreso ed interiorizzato                                                                                                       

·         Predisposizione di una “segnaletica pro-legalità” (contro le diverse devianze sopra citate, in particolare quelle riferibili all’età degli studenti dei diversi ordini di scuola) consistente in cartelli/pannelli informativi ed esemplificativi realizzati attraverso differenti tecniche, di volta in volta scelte dai docenti e dagli studenti da esporre poi nei luoghi più idonei come scuola, oratorio, biblioteca,…                                                                                                                                                                                          

Numero di enti coinvolti in aggregazione

  9

Denominazione degli enti coinvolti in aggregazioni

ASL, Guardia di Finanza, Prefettura, Polizia di Stato (Polizia Postale), Comuni di Codogno e di Casalpusterlengo, Cooperativa Emmanuele di Casalpusterlengo, Cooperativa Casalese 2000,  Lions Club di Casalpusterlengo)

Strategie comunicative e divulgative utilizzate, utilizzo del web e dei social network

·         Piattaforma “Diamo valore al cambiamento” (USR Lombardia)

·         Siti delle singole istituzioni scolastiche coinvolte

·         Stampa locale

·         Stampa ed affissione/distribuzione  locandine e sussidi informativi

·         Comunicazioni alle famiglie tramite gli alunni

·         Tabelloni luminosi dei Comuni

Azioni di sensibilizzazione del territorio: modalità,

tempi e stime dei numeri di persone raggiungibili

Modalità di sensibilizzazione:

1) Stesura e distribuzione di un questionario alle famiglie  in merito a  Giovani e legalità (sondaggio nell’ambito di uso/abuso di fumo, alcool, scommesse,  navigazione in rete, bullismo/cyberbullismo)

2) Due incontri aperti al territorio da tenersi a Casalpusterlengo e a Codogno con esperti,  rappresentanti  di dirigenti e docenti coinvolti nel progetto,  rappresentanti di  alunni del primo e secondo ciclo - da tenersi nel mese di maggio 2015

3) Conferenze-spettacolo interattive Fateilnostrogioco (Associazione Taxi 1729) replicate in base al numero degli studenti partecipanti – presumibilmente 2 incontri - da tenersi tra fine settembre ed inizio ottobre 2015

4) Interventi di esperti dell’Associazione AND   di Varese nelle diverse classi sul tema dell’Azzardo e delle Nuove Dipendenze

5) Seminario-workshop  finale, sempre aperto al territorio,  per la condivisione delle attività svolte, la  lettura dei dati  raccolti, la presentazione  dei lavori prodotti, il rilancio di suggestioni e proposte per un’eventuale prosecuzione dello studio

6) Eventuali  incontri in altre scuole del Lodigiano per condividere  le “buone pratiche” attuate  attraverso il progetto e incentivare future collaborazioni, affinchè la rete dei Centri di Promozione della Legalità diventi strumento propulsore di tale tematica nelle scuole di Lodi e della provincia

 

Tempi: gli interventi verranno attuati tra  Febbraio 2015 e  Novembre 2015

Oltre ai soggetti direttamente coinvolti, stimabili in oltre 500 persone tenuto conto dei partecipanti ai diversi eventi prettamente scolastici, ci si propone di raggiungere il più ampio pubblico possibile, con il coinvolgimento della cittadinanza dei paesi dove sono ubicati i plessi delle scuole partecipanti

 

É prevista la realizzazione di applicazioni informatiche

  NO

Se si è risposto SI al punto precedente, descriverle in sintesi

  //

Modalità di gestione dell'attività nel corso degli anni

La gestione delle attività nel corso degli anni verrà portata avanti dalla rete costituita allo scopo, in collaborazione con altre reti territoriali dedicate a finalità similari. L’ équipe di promozione della Legalità nel Lodigiano inoltre dovrà essere supportata  da momenti, anche successivi, di continua formazione ed aggiornamento.

La prosecuzione del progetto nel tempo verrà poi garantita dai consolidati rapporti di collaborazione con gli Enti che vengono coinvolti nella progettazione, sottolineando che i contributi delle Forze dell’Ordine e di Pubblica Sicurezza vengono offerti a titolo di servizio e resteranno quindi accessibili, anche economicamente.

Macro voci di spesa previste

Spese personale interno ed esterno dedicato al progetto : 8.000 euro

Spese per sussidi didattici attinenti alle finalità del  progetto : 1500 euro

Spese per materiale di consumo attinente alle finalità del progetto : 1500         euro

 

Materiale didattico e informativo

 

Pubblicità Legale

Servizi online

 


Iscrizioni online


  Iscrizioni seconde, terze, quarte e quinte






Photogallery ristorante didattico

Seguici su Facebook

Statistiche

Visite agli articoli
393622
Inizio